Cookies disclaimer

I agree This website or its third party tools use cookies, which are necessary to its functioning and required to achieve the purposes illustrated in the cookie policy. If you want to know more or withdraw your consent to all or some of the cookies, please refer to the cookie policy. By closing this banner, scrolling this page, clicking a link or continuing to browse otherwise, you agree to the use of cookies.

Campuse.ro
[Unistrasi] Lingue straniere ed economia (Luana Cosenza) #CPIT1
[Unistrasi] Lingue straniere ed economia (Luana Cosenza) #CPIT1
Talk: [Unistrasi] Lingue straniere ed economia (Luana Cosenza) #CPIT1 Technology
#tic #lingue #economia
More Information
Description:

Le continue evoluzioni dei contesti socio-economici, dovute alla globalizzazione, ma anche alla recente crisi economica, hanno dimostrato, a seguito di un ribaltamento delle attività economiche in direzione Occidente-Oriente, la messa in discussione dell’inglese come unica soluzione alle questioni di comunicazione linguistica in contesto imprenditoriale. Tale consapevolezza indica, dunque, la necessità di superare questo modello per cercare prospettive che vadano nella direzione della promozione della diversità linguistica e culturale, in particolar modo estesa alle cosiddette ‘lingue emergenti’ (arabo, cinese, russo, turco, ecc.). In particolare, rispetto a queste lingue, si esprime anche la necessità di conoscere gli elementi culturo-specifici e le dinamiche socio-pragmatiche del Paese estero con cui si intrattiene o si intende intrattenere rapporti commerciali. Difatti, l’Unione Europea, e nello specifico la Commissione Europea, ha sollevato la questione dell’importanza della competenza multilingue per incrementare le opportunità all'interno del mercato del lavoro mettendo in rilievo il forte contributo assunto dalle competenze linguistiche e culturali per la competitività economica dell’Unione e invitando le organizzazioni e gli enti commerciali, le università, come pure le organizzazioni per la promozione commerciale, a sostenere il multilinguismo e a riconoscerlo come elemento fondamentale ed essenziale della qualità aziendale. I soggetti implicati in tale processo di sensibilizzazione all'apprendimento delle lingue sono però imprenditori e operatori economici che solitamente sono impegnati o propensi ad impegnarsi negli affari e meno in aspetti collaterali, come lo studio delle lingue, non di immediata applicazione nell'azienda; per queste ragioni, risulta necessario proporre dei percorsi formativi e soprattutto degli strumenti che vadano incontro alle specifiche esigenze di tali utenti. In questo contesto, dunque, ben si inserisce il rapido diffondersi delle tecnologie digitali, e in particolar modo dei dispositivi utilizzabili in mobilità, che ha cambiato il modo di fare e di pensare la didattica delle lingue e che ha visto una progettazione didattica innovativa che favorisca sempre di più l’apprendimento. L’uso delle TIC (Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione) rende, infatti, più semplice la fase di apprendimento, utilizzando al meglio le nuove tecnologie, analizzandone le modalità di fruizione, sfruttando la creatività dei media e valorizzando i percorsi personalizzati, al fine di favorire processi didattici non più lineari. In definitiva, l’inserimento di supporti tecnologici all'interno di un corso di formazione professionale, oltre a permettere il superamento del tradizionale rapporto frontale con il docente, costituisce un valore aggiunto all'offerta formativa per tutte le potenzialità che la tecnologia mette a disposizione in ambito didattico.



Speakers:

**Luana Cosenza** ha da poco conseguito un dottorato in “Linguistica e didattica dell’italiano a stranieri” presso l'Università per Stranieri di Siena. Si è laureata in scienze linguistiche e comunicazione interculturale, con una specializzazione in lingua e cultura araba. I principali ambiti di interesse riguardano la didattica delle lingue nel mondo del lavoro e l’integrazione linguistica degli adulti di origine straniera in contesto italiano.***



Level:

Beginner

Comments

Remember that to comment you must participate in the activity.

About this activity