Cookies disclaimer

I agree This website or its third party tools use cookies, which are necessary to its functioning and required to achieve the purposes illustrated in the cookie policy. If you want to know more or withdraw your consent to all or some of the cookies, please refer to the cookie policy. By closing this banner, scrolling this page, clicking a link or continuing to browse otherwise, you agree to the use of cookies.

Campuse.ro
[UNISTRASI] Tecnologia al servizio della traduzione: sottotitoli per il documentario russo Sverdlov (Serena Roggi) #CPIT2
[UNISTRASI] Tecnologia al servizio della traduzione: sottotitoli per il documentario russo Sverdlov (Serena Roggi) #CPIT2
Workshop: [UNISTRASI] Tecnologia al servizio della traduzione: sottotitoli per il documentario russo Sverdlov (Serena Roggi) #CPIT2 Technology
More Information
Description:

Durante il laboratorio di traduzione russo-italiano tenutosi nell’anno accademico 2016/2017 è stato possibile realizzare la traduzione di un documentario russo dal titolo Sverdlov (regia: Galina Evtušenko, 2015). Il tipo di traduzione audiovisiva scelto è stato quello della sottotitolazione. A partire da questa esperienza si propone, nel presente lavoro, un’analisi del processo traduttivo che ha determinato il risultato. Essendo la sottotitolazione un tipo di traduzione audiovisiva con vincoli spazio-temporali e considerata la specificità della trasformazione diamesica che si verifica nel passaggio dal parlato allo scritto (cfr. E. Perego, La traduzione audiovisiva, 2005), cercheremo 1. di mettere in luce le strategie di adattamento linguistico-culturale scelte nella traduzione dal russo in italiano e 2. di descrivere il supporto tecnologico utilizzato nella fase di montaggio dei sottotitoli: l’editor open source Subtitle Edit 3.2.8. Inoltre, come ulteriore supporto tecnologico, ci soffermeremo sull’utilità nel processo traduttivo del Corpus Nazionale russo.



Speakers:

Serena Roggi - Università per Stranieri di Siena/Specialista in sottotitolaggio dal russo

Laureata nel 2016 in Mediazione Linguistica e Interculturale all’Università di Roma “La Sapienza”, con una votazione di 108/110, discutendo una tesi in Letteratura Inglese dal titolo “La Lingua come strumento di potere” (Relatrice: Prof.ssa Maria Antonietta Saracino). Attualmente laureanda del corso di laurea magistrale in Scienze Linguistiche e Comunicazione Interculturale presso l’Università per Stranieri di Siena. Iscritta al curriculum di “lingue orientali”, percorso che prevede lo studio di due lingue straniere (inglese livello C1 e russo livello B2) e le relative culture, nonché metodi e contenuti scientifici nel campo degli studi linguistici. Come tesi di laurea, sta lavorando a un progetto di traduzione letteraria dal russo in italiano (Relatrice: Prof.ssa Giulia Marcucci), svolgerà un prossimo periodo di ricerca presso l’Università Pedagogica di Mosca e le principali biblioteche della capitale.


Level:

Beginner

Comments

Remember that to comment you must participate in the activity.

About this activity