Cookies disclaimer

I agree This website or its third party tools use cookies, which are necessary to its functioning and required to achieve the purposes illustrated in the cookie policy. If you want to know more or withdraw your consent to all or some of the cookies, please refer to the cookie policy. By closing this banner, scrolling this page, clicking a link or continuing to browse otherwise, you agree to the use of cookies.

Campuse.ro
Workshop WOA Creative Company (Davide "Asker" Carioni, Federico Baioni, Edoardo Olivetto) #CPIT2
Workshop WOA Creative Company (Davide "Asker" Carioni, Federico Baioni, Edoardo Olivetto) #CPIT2
Workshop: Workshop WOA Creative Company (Davide "Asker" Carioni, Federico Baioni, Edoardo Olivetto) #CPIT2 Creativity
More Information
Description:

Pensiamo che la fruizione dei contenuti sia sempre più attiva da parte dell’utente.

Nel workshop parleremo di contenuti interattivi e mostreremo come realizzare interattività tramite il software TOUCH DESIGNER.



Concept: Davide "Asker" Carioni

Docenti: Federico Baioni, Edoardo Olivetto



 



Speakers:

Davide "Asker" Carioni - Founder & Art Director @ WÖA Creative Company

Graffiti writer dal 1998, motion graphic designer e video mapper dal 2009, creative director e socio fondatore di WOA Creative Company dal 2015.

Asker è prima di tutto un graffiti writer, questo significa che il suo modus operandi artistico si è plasmato all’interno di una cultura visiva delineata da alcune determinanti specifiche: la scelta di uno stile unico nella scrittura delle lettere, la gestualità e la performatività esistente nell’atto in sé, l’utilizzo della bomboletta spray come mezzo di traslazione sul muro dello stilema segnico prescelto. 

Nel corso degli anni ha esteso la propria attività in ambiti differenti attraverso dei linguaggi che, concettualmente, vanno visti come ramificazioni della stessa ricerca e complementari tra di loro, vale a dire il Graffiti Writing e il Video Mapping.
Sono codici estetici che possiedono un aspetto comune e compresente, che si fa denominatore, ovvero la scelta della terza dimensione come forza generatrice di immagini.
Il rapporto con le tecnologie nasce grazie agli studi effettuati all’Accademia di Belle Arti e al Politecnico di Milano, dove Asker ha potuto approfondire le sue conoscenze verso questi ambiti di ricerca.

Date le capacità raggiunte nel corso degli anni nell’utilizzo della motion graphics applicata al video mapping (uno strumento visivo che egli sperimenta sia a livello lavorativo sia su progetti più indirizzati alla produzione di forme estetiche proprie come la superficie architettonica), oggi Asker viene considerato un esperto in materia.


Level:

Beginner

Comments

Remember that to comment you must participate in the activity.

About this activity