Cookies disclaimer

I agree This website or its third party tools use cookies, which are necessary to its functioning and required to achieve the purposes illustrated in the cookie policy. If you want to know more or withdraw your consent to all or some of the cookies, please refer to the cookie policy. By closing this banner, scrolling this page, clicking a link or continuing to browse otherwise, you agree to the use of cookies.

Campuse.ro
Metafore, serendipity e innovazione – come le startup possono contribuire al progresso scientifico (Alessandro Rotilio)
Metafore, serendipity e innovazione – come le startup possono contribuire al progresso scientifico (Alessandro Rotilio)
Talk: Metafore, serendipity e innovazione – come le startup possono contribuire al progresso scientifico (Alessandro Rotilio)
#science
More Information
Description:

L’innovazione tecnologica in ambito medico è un affare riservato a medici e ingegneri? No. O non sempre almeno.

Alessandro Rotilio spiega come l’innovazione tecnologica, al servizio della scienza e della clinica, sia possibile anche con percorsi non lineari. Nel rispetto della scienza come generatore di conoscenza primaria, attraverso l’uso di strumenti di riflessione come le metafore e l’attitudine alla serendipity (l’arte di scoprire quel che non si stava cercando), diverse e importanti tecnologie sono nate attraverso percorsi di generazione discontinui, salvando milioni di vite.

In particolare, la contaminazione e il travaso di conoscenze fra discipline diverse emergono nel racconto di Alessandro come agenti di progresso formidabili.



Speakers:

Alessandro Rotilio - CEO e fondatore @Endosight

Alessandro Rotilio, 39 anni, una compagna e due figli. Nella prima vita si è occupato di analisi delle politiche pubbliche, da ricercatore o funzionario di enti pubblici. Un percorso che sembrava destinato a procedere senza deviazioni.
Ha invece iniziato nel 2010 a occuparsi di innovazione tecnologica in ambito medicale da quando ha dovuto cimentarsi nella ricerca di soluzioni non disponibili. Da allora ha compreso che innovare è una chiamata alle armi, da cui tenersi fuori significa tradire chi ci ha regalato il progresso in cui viviamo. Ha fondato e gestito 4 startup, di cui ha inventato e sviluppato parte delle tecnologie.
In base alla propria esperienza, fa il manager ritenendo che la governance dell’innovazione risieda in uno spazio indefinito che valica i confini aziendali. Con questa visione presta consulenza sui temi del management dell’innovazione e sull’accesso al mercato per startup e PMI. È convinto che l’innovazione sia riferita alla capacità di far accadere le cose, di rendere praticabili le idee.
È autore e coautore di diversi brevetti e pubblicazioni scientifiche. Ama sporcarsi le mani.


Level:

Beginner

Comments

Remember that to comment you must participate in the activity.

About this activity